foto di fantasmi

,

fantasmi a roma

,

storie di fantasmi

,

foto fantasmi

,

giochi di fantasmi

,

mistero fantasmi

,

giochi fantasmi

,

fantasmi in italia

,

fantasmi video

,

fantasmi reali

,

avvistamenti fantasmi

,

video fantasmi

,

fantasmi veri video

,

fantasma di azzurrina

,

casa dei fantasmi

,

leggende di fantasmi

,

foto fantasmi vere

,

foto fantasmi veri

,

fantasmi a napoli

,

racconti di fantasmi

,

storia di fantasmi

,

fantasmi immagini

,

azzurrina fantasma

,

fantasmi esistono

,

citta fantasma

,

case con fantasmi

,

storie vere fantasmi

,

racconti fantasmi

,

immagini dei fantasmi

,

fantasmi halloween

,

youtube fantasmi veri

,

il fantasma azzurrina

,

fantasmi a torino

,

libri sui fantasmi

,

racconti sui fantasmi

,

fantasma formaggino

,

fantasma vero

,

casa fantasmi

,

immagine fantasma

,

fantasmi messina

,

castelli fantasmi

,

fantasmi storie

,

ghost hunter

,

ghost hunter italia

,

head hunter italia

,

ghost hunter ita

,

ghosthunter

,

hunter a roma

,

castelli con fantasmi

,

Fantasmi a Milano

,

Fantasmi a Piacenza

,

Piacenza fantasmi

,

Verona fantasmi

,

Ghost Tags

fantasmi a roma

,

esistono i fantasmi

,

giochi di fantasmi

,

giochi fantasmi

,

fantasmi in casa

,

avvistamenti fantasmi

,

video fantasmi

,

foto fantasmi veri

,

leggende sui fantasmi

,

video sui fantasmi

,

disegni di fantasmi

,

racconti di fantasmi

,

leggende fantasmi

,

fantasmi foto

,

fantasmi halloween

,

il fantasma azzurrina

,

film fantasmi

,

libri sui fantasmi

,

fantasmi giapponesi

,

fantasmi notturni

,

fantasma formaggino

,

tema sui fantasmi

,

fantasmi a catania

,

ghost hunter italia

,

ghost hunt

,

hunter italia

,

castelli con fantasmi

,

Brescia fantasmi

,

Bergamo fantasmi

,

Verona fantasmi

, Pianari Francis

Iscriviti al gruppo

Iscriviti al gruppo facebook dei Ghost Finder

Villa Webb Bagni di Lucca - 30-10-2016

Bambola indemoniataCome ogni anno il gruppo Ghost Finder in collaborazione con il gruppo Paranormal Inquiries ha preso parte al Ghost Experiment 2016 che si è tenuto questa volta a Bagni di Lucca (Lucca) presso una prestigiosa location conosciuta come Villa Webb che vede interessanti riscontri storici collegati ad esempio alla permanenza in passato di poeti come Lord Byron e di scrittrici al pari di Mary Shelley (si ritiene che in questa location possa aver scritto i primi capitoli del noto romanzo Frankestein). La location ha visto anche episodi “teoricamente” collegati al paranormale di varia natura rendendola quindi un candidato ideale per un’indagine di Ghost Hunting.


Estremamente interessante e consigliata  l’esperienza di una visita presso il museo sito all’interno della location chiamato “Collezione De Benedettis”, che vede la raccolta di molti oggetti collegati al mondo del paranormale o comunque di oggetti certamente squisitamente non consueti.


Come ormai noto Il Ghost Experiment (che si tiene ogni anno in una location differente, In concomitanza  con il famoso evento nazionale Halloween Celebration che si svolge in quel di Borgo a Mozzano in provincia di Lucca), prevede la presenza di una ristretta selezione di persone (rintracciate in base a determinate caratteristiche psicologiche in una precedente selezione telematica), che si troveranno alle prese con una vera esperienza di Ghost Hunting (ricerca di fenomeni paranormali), in una location con uno storico paranormale alle spalle.


Dopo una presentazione delle strumentazioni in uso durante un’indagine paranormale di Ghost Hunting e le spiegazioni necessarie per portare a termine in sicurezza l’esperimento, i partecipanti sono stati quindi in grado di eseguire la propria ricerca in totale autonomia come protagonisti dell’evento e non come semplici spettatori. In contemporanea i componenti del gruppo Ghost Finder e del gruppo Paranormal Inquiries, hanno avuto il compito di studiare, seguire e filmare i partecipanti nella loro esperienza notturna nella location alla ricerca di energie senzienti.

L’intento dell’esperimento, è quello di verificare le differenti reazioni a situazioni di pressione emotiva legata a eventuali eventi “inspiegabili” durante investigazioni Ghost Hunting in persone che non abbiano acquisito un’esperienza  sul campo specifica a confronto con persone che invece abbiano già provato questa esperienza.


L’ESPERIMENTO


Dopo aver bonificato l’intera struttura per rintracciare eventuali cause naturali che potessero causare il riscontro di falsi positivi strumentali  e sensoriali durante lo svolgimento dell’esperimento, i partecipanti sono stati suddivisi in vari gruppi ed hanno potuto utilizzare le strumentazioni in possesso del gruppo Ghost Finder e del gruppo Paranormal Inquiries per eseguire una vera e propria indagine paranormale. Tra gli strumenti dati in concessione ai partecipanti possiamo elencare ad esempio (termo camere, registratori audio professionali e non, telecamere infrarossi, telecamere Full Spectrum, rilevatori di variazioni di campi elettromagnetici etc); grazie all’utilizzo di queste strumentazioni I ricercatori tentano normalmente  di registrare eventuali fenomeni paranormali localizzati, in quanto si ritiene che la presenza di tali fenomeni possano creare delle alterazioni localizzate di varia origine (termica, elettromagnetica, sonora, sensoriale etc)


Tenuto conto anche di un certo grado di suggestione ovviamente presente in molti dei  presenti (visto l'argomento trattato) che può avere causato la presenza di alcuni risultati probabilmente falsati da tale condizione psicologica, sono stati comunque riscontrati fin da subito interessanti anomalie di differente origine che hanno portato ad inaspettate interazioni.


Il museo  Collezione De Benedittis,  sito in un piano della location e con la presenza di numerosissimi articoli esposti di origine misteriosa  e spesso con  uno storico paranormale  alle spalle, ha certamente influenzato  positivamente la buona riuscita dell'evento di sperimentazione  vissuto da tutti i partecipanti.


Tra le anomalie riscontrate durante  l’evento di  indagine paranormale possiamo elencare:


  • Molteplici accensione del rilevatore di variazione di campi elettromagnetici k2,  durante le varie sezioni di  ricerca  effettuate nelle stanze ( è stato inizialmente verificato che qualsiasi cellulare il fonte elettromagnetica naturale fosse completamente spenta e che non potesse quindi causare dei falsi positivi ).

  • Più volte riscontrata da parte dei presenti una sensazione di disagio immotivata in vari punti della location e con differenti gradi di intensità

  • Trovata una porta  chiusa Inspiegabilmente che era stata in precedenza  verificata come  certamente aperta

  • In una sessione EVP (Electronic Voice Phenomenon) durante la quale  vengono eseguite semplici domande alle presunte energie senzienti presenti in un determinato punto,  cercandone in contatto  anche sonoro,  sono state utilizzate delle candele per tentare un contatto con  una presunta energia presente  ma estremamente labile,  con risultati soddisfacenti in quanto  spesso alle  domande poste dai presenti le candele  risultava muoversi in modo logico e certamente intenso.  Da precisare che per  queste anomalie sono state inizialmente verificate tutte le circostanze  secondarie che potessero alterare i risultati ottenuti,   correnti d'aria circostanti,  il respiro dei presenti durante le domande,  eventuali zone di scambio termico,  la condizione fisica delle candele etc.

  • Sempre durante questa sessione di registrazione EVP,  uno dei presenti si è sentito toccare una spalla  durante una domanda specifica

  • In un'altra stanza una partecipante si è sentita tirare/spingere da un'energia  sconosciuta,

  • Alcune persone con  maggiore sensibilità  tra cui una appartenente al gruppo Paranormal Inquiries   sono entrate in uno stato psicofisico di disagio,  in alcuni casi entrando direttamente in contatto con delle  presunte energie intelligenti presenti nella location

  • Sono state raccolte delle registrazioni sonore definibili come interessanti  dove sembrerebbe essere stata rilevata dopo una pulizia sonora del materiale digitale  una serie di voci non ben definite,  non direttamente riconducibili ai presenti


IL NOSTRO PARERE



Da un punto di vista prettamente scientifico,  lo svolgimento dell'esperimento ha portato certamente a dei risultati interessanti,  in quanto  si sono verificate spesso situazioni associabili  a condizioni  riportabili in ambito “naturale” dovute principalmente ad effetti probabilmente suggestivi dati dalla particolarità della location e del museo presente al suo interno. Abbiamo potuto approfondire nel dettaglio reazioni ben definite da parte dei partecipanti (anche grazie ad alcuni comportamenti e sollecitazioni psicologiche apportate da me e dai membri dei 2 gruppi di ricerca); è stato possibile condurre altri partecipanti da uno stato si scetticismo nei confronti dell’argomento ad una condizione di dubbio e di interazione con situazioni non immediatamente spiegabili scientificamente.


La quantità davvero interessante di diverse anomalie capitate in contemporanea ci apre però ad una più attenta riflessione, in quanto difficilmente sono state registrati un tal numero di eventi tutti insieme. E’ quindi possibile si sia presentata realmente una situazione di contatto interdimensionale ? L’energia e le paure dei partecipanti hanno quindi aperto dei canali di comunicazione con energie sensienti ?

Questo dubbio ci ha portato alla necessità di una seconda indagine in questa interessante location….. con interessanti retroscena e di cui vi scriveremo la prossima volta


P.s. La fotografia associata a questo articolo riporta un oggetto di certa origine paranormale ritenuto come maledetto e che non deve assolutamente essere guardato negli occhi, riportava normalmente una benda che abbiamo prontamente tolto per questo scatto fotografico …… Buona continuazione