Umidità e Fantasmi (2) – Convenzione

Umidità e Fantasmi (2) - Convenzione

Effetto convezione

L’ aria è quasi sempre in movimento in una stanza, anche con la porta e finestre chiuse; questo accade principalmente perché le superfici degli oggetti possono avere temperature diverse tra loro. Il calore viene scambiato tra gli oggetti in un tentativo di equilibrarne la temperatura. Questo effetto  avviene principalmente per convezione. Quest’ ultima è  un flusso d’aria in cui quella calda (che risulta essere  meno pesante) sale verso il soffitto, si raffredda per poi ridiscendere  verso il pavimento.

L’aria secca è più pesante dell’aria umida e possiamo ritrovare una simile condizione in una camera umida (soprattutto se è anche calda). E’ successo in effetti anche durante una nostra ultima indagine in un appartamento, di poter riscontrare a tutti gli effetti tale condizione, non ha caso in una stanza adibita a bagno. E’ importante ricordare che le stanze dove è possibile risocntrare questo genere di anomalie sono spesso i bagni e le cucine.

C’è ovviamente ancora più possibilità nel caso in cui la camera si connette ad altre stanze ad esempio: attraverso una porta aperta, finestra, portello, camino ed in cui possano esistere le condizioni di temperatura ed umidità indicate.

Quando l’aria in movimento è a contatto con la pelle umana si sente generalmente fresco (Windchill). 
Questo perché il movimento dell’aria rimuove il calore dalla pelle. Si raffredda anche causando evaporazione dalla pelle. 

IMPORTANTE 

Questo raffreddamento NON verrà visualizzato come un calo di temperatura con un termometro tradizionale.