Rilevatore elettr. K2 for dummy (rilevatore di fantasmi ?? )

In questo video passiamo ad elencare le caratteristiche tecniche e le metodologie d’uso dello strumento di indagine paranormale per eccellenza e ormai storicamente riconosciuto (anche se con delle limitazioni tecniche non indifferenti).

In ambito di ricerca paranormale si ritiene che la presenza limitrofa di un eventuale energia sia senziente che residuale, possa portare al delle variazioni di campo elettromagnetico di varia entità che possono facilmente essere rilevati dagli strumenti definiti rilevatori di variazioni di campi elettromagnetici.

Tra le varie versioni di questo strumento possiamo quindi definire come pessimamente utilizzato questo strumento che molto spesso e anche utilizzato durante le sessioni di indagine per cercare di attivare un contatto in tempo reale con la presunta energia senziente presente.

Bisogna comunque stare estremamente attenti alla presenza di eventuali anomalie naturali che possano attivare lo strumento creando dei falsi positivi. La bonifica ambientale prima di ogni sessione di utilizzo dello strumento è sicuramente la migliore cosa per poter verificare queste eventuali cause naturali.

Ti può interessare anche :
Bonifica ambientale – pre-indagine

pecificare nel dettaglio una problematica che si manifesta molto spesso durante la realizzazione di un indagine paranormale.

Rilevatore di fantasmi ? Ecco i rilevatori EMF K2
Rilevatori EMF K2 approfondimenti

Nella vita quotidiana i campi elettromagnetici (EMF) sono utilizzati per verificare problemi con le linee di cablaggio e di energia Leggi tutto